“Cinema, storia e… – Il secolo delle donne”

Il Novecento non è solo lo scenario di tragedie senza precedenti è anche il secolo in cui le donne sono entrate nella storia; o meglio, sono diventate visibili perché nella storia le donne ci sono sempre state anche se troppo a lungo ignorate dalla storiografia che ha considerato solo gli uomini come soggetti e oggetti di storia.

La cittadinanza femminile, la presenza politica e culturale delle donne sono dunque un carattere di questo secolo, ricostruirne le vicende ci aiuta a riflettere su uguaglianza, libertà, universalismo e, soprattutto, sul rapporto individuo-cittadinanza, un tema che riguarda anche altri soggetti nelle attuali democrazie occidentali. 

Per le italiane è stato lungo e difficile il percorso verso il riconoscimento dei diritti e dell’autonomia individuale, una storia segnata da battaglie, da rallentamenti e contrasti, da scelte importanti nelle vicende cruciali del paese: dal suffragismo di inizio secolo al femminismo degli anni settanta le  donne hanno prodotto idee, culture e forme diverse di partecipazione alla vita pubblica.

Un protagonismo che ha visto momenti decisivi: il coinvolgimento delle donne nella seconda guerra mondiale, la loro partecipazione alla Resistenza hanno segnato il passaggio decisivo per la cittadinanza politica e quindi per il diritto di voto nella riconquistata democrazia. Ma all’uguaglianza nella sfera pubblica non corrispondeva la pienezza dei diritti e molte sono state le battaglie parlamentari e culturali, tra gli anni cinquanta e settanta, per il realizzarsi pieno di quella parità sancita dalla Costituzione. Con l’esplosione del femminismo le donne sono entrate prepotentemente nelle scena pubblica: gruppi, collettivi, cortei e spazi di incontro hanno reso visibile un nuovo movimento e una nuova soggettività femminile contrassegnata dall’intreccio tra personale e politico, tra vita e pensiero. E’ stata un’esperienza collettiva intensa anche  per le trasformazioni che ha portato nella vita e nella coscienza delle protagoniste.

Per ricostruire questa storia sono stati scelti tre momenti significativi: la Resistenza, le battaglie per l’emancipazione nell’Italia degli anni cinquanta e la stagione del femminismo, tre cesure storiche da raccontare attraverso le immagini d’epoca, il cinema e i testi letterari. Si tratta di sguardi diversi sul passato utili per riflettere sul tema uguaglianza-differenza, un nodo che ha accompagnato il movimento delle donne e che appare ancora problematico.

Annabella Gioia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli sulle Rassegne. Contrassegna il permalink.